Microsoft SQL Server ora anche su Linux

Microsoft SQL Server ora anche su Linux

Ha il sapore di un evento storico: la “caduta del muro di Berlino” del mondo IT.
Dalla prossima versione (2016, che vedrà la luce entro la fine dell’anno) SQL Server di Microsoft verrà rilasciato anche su piattaforma Linux, qualche mese più tardi. Forse la rivoluzione è più per chi, come OSItalia, avendo sviluppando in Delphi e ottimizzato lo strato di accesso ai dati su SQL Server di Microsoft, è stato vicino ad avere una soluzione multipiattaforma ma si trovava a dover gestire diverse librerie di interfacciamento ai database specifiche per ogni prodotto. Ciò implicava costi e complessità che di fatto hanno sempre frenato lo sbarco nel mondo Linux.

Microsoft, spostando sempre più la propria area di interessi dal software per l’hardware stanziale al “cloudware” o al “mobileappware” non solo non vede più il mondo open source come il nemico da combattere, ma lo riduce ad una nuova, più grande, opportunità di business.

Nel nuovo SQL Server si annunciano alcune feature di interesse, come i database gestiti in RAM con incrementi di performance da 30 a 100 volte o come tool per app su iOS, Android e Windows Phone e, mai d’attualità come in questo momento, la cifratura dei dati in ogni istanza.

Comments are closed